Archivio dell'autore: Cadillac

Claudia Petrucci, La vita ti raggiunge ovunque

Arrivederci Italia è un rettangolo ritagliato sotto al profilo pulito della St. Joseph Church: nella chiesa, in una trasfusione ininterrotta, arrivano bare e parenti di tutte le forme. Il Cancer Care Centre è enorme e fermo dall’altra parte della strada; … Continua a leggere

Pubblicato in Numero 18 | Lascia un commento

Barbara Bedin, Colline

Vidi la guerra per la prima volta nell’estate del ’95, mi venne incontro nel corpo di una bambina di quattro anni. Era un giorno di luglio, il caldo inumidiva la pelle e le etichette dei nostri abiti mentivano sulle percentuali … Continua a leggere

Pubblicato in Numero 18 | Lascia un commento

Domitilla Di Thiene, Cinque passi avanti, cinque passi indietro

Il primo impatto è un enorme edificio squadrato, che forse nell’idea dei costruttori doveva somigliare ai terminal aeroportuali, ma che a conti fatti sembra più a un carcere. Dopo un’attesa lunga e a volte insensata, più o meno lunga in … Continua a leggere

Pubblicato in Numero 18 | Lascia un commento

Serena Ciriello, Lo scrittoio

Io e Francesca ci siamo anche amati, quando eravamo sposati. Almeno fino a quando ci siamo trasferiti nell’appartamento che suo padre le aveva lasciato in eredità. Sua madre le aveva detto di liberarsene, ma lei prima si era impuntata, poi … Continua a leggere

Pubblicato in Numero 18 | Lascia un commento

Silvia Pillin, Felice per la prima volta

Da quando sono nata l’unica cosa che desidero è morire. Quando per strada vedo un poliziotto, o un carabiniere, mi cadono sempre gli occhi sulla fondina. Poi il mio sguardo si fissa su quello del proprietario dell’arma e lo sostiene, … Continua a leggere

Pubblicato in Numero 18 | 2 commenti